Comments (0)

Genova a piedi: i forti della Superba Tris

forti di Genova

Le gambe sono un mezzo di trasporto sostenibile, ecco perché domenica 9 dicembre si lasciano le auto sotto casa e si va per forti. 

Il concetto di mobilità alternativa e integrata consente di camminare tutti insieme ai limiti della città, sulle colline che la dominano, grazie allo scambio intermodale bus – ferrovia Genova Casella – funicolare Zecca Righi.

Queste forme di trasporto dell’AMT rappresentano l’opportunità migliore per raggiungere le “sentinelle” della Superba. Si tratta di un sistema fortilizio vastissimo, costruito per difendere dagli attacchi provenienti dal Nord il centro storico più vasto d’Europa.

Le mura secentesche, le ultime delle sette cinte genovesi, racchiudono, nel loro abbraccio a V rovesciata, ancora gran parte della città, a partire dal mare fino alle colline retrostanti. Qui i secoli si rincorrono in uno sguardo! E ricordatevi che camminare è un gesto naturale che fa bene a all’ambiente e consente di vivere la propria città in maniera più sana ed equilibrata.

DATA EVENTO 9 DICEMBRE 2018

AMBITO TERRITORIALE GENOVA, PARCO URBANO DELLE MURA

DURATA DALLE ORE 09:50 ALLE ORE 17:00 CIRCA

RITROVO GENOVA, Biglietteria della Stazione Ferrovia Genova-Casella

SCHEDA TECNICA

DIFFICOLTÀ: MEDIA (E – ESCURSIONISTICA)

TEMPO DI PERCORRENZA: 5 ore circa

(tempo NON comprensivo delle soste e spiegazioni delle Guide GAE)

DISLIVELLO: 300 metri circa

Ritrovo: come arrivare al luogo dell’appuntamento. Ore 09:50 presso la biglietteria della stazione di partenza della Ferrovia Genova Casella (indirizzo: Via alla Stazione per Casella, 15, 16122 Genova).

Tappe

0.Località del ritrovo – Biglietteria della Stazione Ferrovia Genova-Casella

1. Trenino di Casella – La città gradatamente si allontana alla vista e dai finestrini delle carrozze, grazie all’andatura lenta della motrice. Il trenino, superando pendenze del 45 per mille, avanzerà fino a Trensasco, dove scesi alla stazione inizieremo l’escursione vera e propria.

2.Forte Diamante – La prima tappa sarà il forte Diamante, sul punto più elevato del crinale che separa la val Polcevera dalla val Bisagno. Questa struttura era la più avanzata verso l’entroterra e sorvegliava il passaggio di mercanzie, viandanti ed eserciti diretti alla città.

3.Fratello Maggiore e Minore – Dal possente bastione scenderemo al valico lungo quattordici stretti tornanti, per poi guadagnare la panoramica collina del Fratello Maggiore e poco dopo il Fratello Minore.

4.Fratello Puin – La tappa successiva sarà un bastione a planimetria stellata, il Puin, il più piccolo ma anche il meglio conservato dei forti del Parco Urbano delle Mura.

5.Forte Sperone – Procedendo lungo il sentiero si raggiunge, a completamento dei mastii che sorgono lungo lo spartiacque, la cima del monte Peralto e il forte Sperone (512 m).

6.Castellaccio – Scesi alle Nuove Mura si segue la strada che lambisce il Castellaccio e la torre della Specola, quest’ultima teatro di macabre impiccagioni che fino al 1509 furono eseguite nell’area della Lanterna.

Escursione guidata – Escursione assistita, guidata e illustrata da guide AIGAE professioniste: Stefano Spadacini (guida GAE), Davide Costa (guida GAE)

Iscrizione obbligatoria – entro le ore 18.00 del 5 dicembre o al raggiungimento del numero massimo previsto di partecipanti. Bisogna scrivere all’indirizzo mail escursionismoliguria@gmail.com specificando i seguenti dati: nome, cognome, data di nascita e numero di cellulare. In caso di rinuncia, la preghiamo di avvertirci tempestivamente.

 

 

Lascia un commento