Rocca-Monaldeschi

Bolsena: il lago e un borgo ricco di storia

Sirmione lago di Garda

Sirmione: tra turismo, storia e cultura

Comments (1) Piemonte, Viaggi

Orta San Giulio: un lago circondato da montagne e piccoli borghi

  • Orta San Giulio, Il lago
    Piemonte, Orta San Giulio, il lago
  • Orta San Giulio, vista del lago
    Piemonte, Orta San Giulio, vista del lago
  • Orta San Giulio, il lungo lago
    Piemonte, Orta San Giulio, il lungo lago
  • Orta San Giulio, locali sul lungo lago
    Piemonte, Orta San Giulio, locali sul lungo lago

Un lago piemontese circondato da montagne e piccoli borghi preziosi. Orta San Giulio e la piccola isola che si erge dalle acque offrono piacevoli sorprese d’arte e natura.

Sul piccolo lago d’Orta si affaccia un “borgo-salotto” accogliente e suggestivo. Il centro storico di Orta San Giulio, località piemontese a pochi chilometri dal Lago Maggiore, è tutto raccolto intorno alla piccola Piazza Motta, circondata da portici e numerosi caffè.

Orta San Giulio, locali del centro

Orta San Giulio, locali del centro

Durante la bella stagione, il luogo è animato da gente comodamente seduta e in amabile conversazione tra i tavolini gremiti di bibite e gelati, mentre i bambini corrono qua e là senza il pericolo delle automobili. Sui tre lati della piazza si affacciano eleganti dimore sei-settecentesche, tra cui spicca il caratteristico Palazzo della Riviera, risalente al 1582. La struttura è caratterizzata da una scaletta esterna che collega un ampio porticato a una sala del primo piano. Oggi questo luogo ospita eventi culturali e mostre d’arte, un tempo era sede del governo della regione. Infatti, le pareti esterne dell’edificio sono decorate con gli stemmi di alcuni vescovi di Novara e il dipinto di una donna raffigurante la giustizia, simbolo del potere legislativo ed esecutivo ospitato nel palazzo.
Dal centro si diramano strette viuzze ricche di eleganti balconate in ferro battuto e giardini traboccanti di colorati fiori e rigogliosa vegetazione arborea. E poi numerosi negozietti di artigianato e gastronomia tipica offrono la possibilità di shopping e degustazioni.
Gettando lo sguardo sulle placide acque del lago si nota l’incessante, ma per niente fastidioso, via vai di barchette e battelli che fanno la spola dalla terra ferma alla piccola isola di San Giulio. Il “pugno” di pietra (il perimetro è di appena 650 metri) sorge a circa 400 metri dalla riva e merita una visita. In un paio di ore, ma anche meno, si può percorrere l’itinerario attraverso i vicoli tra le case arroccate e la basilica, che occupa gran parte del territorio. Un tempo, sull’isola sorgeva un castello, ma nel 18 il tutto fu distrutto per costruirvi un seminario. Oggi il luogo religioso è abitato da una comunità di suore benedettine di clausura, che dal 1984 gestiscono una importante “Scuola di restauro di tessuti ed arazzi“. Nella basilica sono conservati interessanti tesori architettonici, ma particolarmente preziosi sono gli affreschi che decorano le pareti interne.

Orta San Giulio, Il centro

Orta San Giulio, Il centro

All’ora del tramonto l’isola di San Giulio diventa magica ed evoca racconti epici. Questa atmosfera richiama una leggenda locale ambientata nella seconda metà del IV secolo d.C. Si narra che, dopo esser fuggito dalla Grecia per scampare alle persecuzioni, San Giulio iniziò ad erigere chiese cristiane per combattere il paganesimo. Arrivato su questo lago ne rimase particolarmente affascinato e sull’isolotto volle erigere la su centesima chiesa. Ma, a quel tempo, sempre secondo la leggenda, l’isola era infestata da draghi e serpenti. Il santo stese il proprio mantello sull’acqua e, camminandovi sopra, raggiunse l’isola, scacciò i draghi con la sola forza della parola e cominciò a costruire la chiesa, nella quale fu poi sepolto.

Natura e spiritualità
Il lago d’Orta sorge in una zona del Piemonte a pochi chilometri dal rinomato Lago Maggiore, con le sue belle Isole Borromee, ricca di numerose aree naturalistiche protette. Per il piacere di chi ama il trekking e la mountain bike, a ridosso del lago d’Orta, sono visitabili la Riserva Naturale Torre Buccione e quella del Sacro Monte di Orta. Entrambi gli itinerari sono di facile praticabilità e attrezzati per il pic-nic. La salita a piedi alla torre Buccione avviene dalla strada provinciale Gozzano – Miasino e richiede una quindicina di minuti. Sulla vetta è situata la fortificazione, risalente al 1200, e si gode di un panorama meraviglioso che comprende il Monte Rosa e la catena delle Alpi. Il Sacro Monte di Orta invece offre un percorso che unisce natura e spiritualità. Infatti, l’itinerario, progettato tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo, è costituito da una serie di cappelle devozionali con affreschi e sculture sulla vita di San Francesco.
Sopra Orta San Giulio si trova la piccola frazione Legro che da qualche anno è meta di numerosi visitatori che percorrono “La via del cinema”. Si tratta di un percorso a cielo aperto tra oltre 40 dipinti realizzati sui muri delle abitazioni, tradizione che ha permesso a questa località di entrare a fare parte del circuito nazionale dei ‘I Paesi Dipinti’, composto da oltre 90 località italiane.

DA VEDERE
• Basilica di San Giulio
Orario 9.30 (al lunedì dalle ore 11) alle 12.15; nel pomeriggio dalle 14.00 alle 17.45 (fino alle 18.45 in periodo di ora legale). La messa festiva inizia alle 11 e durante le celebrazioni le visite sono sospese.
Battello da Piazza Motta. Andata e ritorno.
• Riserva Naturale Torre Buccione e Sacro Monte
S.R.229 del Lago d’Orta sino a Gozzano. Da qui prendere la strada provinciale Gozzano – Miasino, proseguire per circa 1500 metri, sino al piccolo parcheggio posto all’inizio della salita per la Torre (attenzione i parcheggio non è molto grande, nei periodi particolare affluenza potrebbe risultare problematico l’accesso dei mezzi voluminosi).
• Parco della fantasia “Gianni Rodari”
Via XI Settembre 9, 28887 Omegna (VB)
Parco letterario che propone attività per bambini.
Feriali dalle ore 16-19; sabato tutto il giorno, domenica dalle 16.00.
Il parco è coperto e necessita di prenotazione, soprattutto in caso di maltempo. www.rodariparcofantasia.it

SPECIALITÀ DA GUSTARE
Mortadella di fegato cotta. Si tratta di una mortadella cotta nel vino composta da fegato di maiale, guanciale e pancetta. Questa prelibatezza si può acquistare in diversi negozi di gastronomia sparsi tra i vicoli del borgo.

SOSTA CAMPER
– Area attrezzata all’interno del Parco Sacro Monte, segnalata, 8 posti camper, toilette e CS.
Al termine della strada verso il centro di Orta, prima dei parcheggi per auto, a pagamento i giorni festivi.
– Camper service e spiaggia attrezzata, Località Bagnera, Via Domodossola 28, tel. 0322 90267-  www.campingorta.it

-Camping VerdeLago: il camping è raggiungibile percorrendo la strada statale 229 del Lago d’Orta uscendo dall’autostrada A26 dei trafori ad Arona oppure Gravellona Toce.  www.campingverdelago.it

 

INFORMAZIONI
• IAT informazioni turistiche. Aperto da mercoledì a domenica. Via Panoramica, tel. 0322 905163 – www.comune.ortasangiulio.no.it

 

One Response to Orta San Giulio: un lago circondato da montagne e piccoli borghi

  1. Chiara Carcano Chiara Carcano scrive:

    Valeriano…oppure qui come ai vecchi tempi..❤️