valli di comacchio

Romagna vera: natura e tradizioni tra Ravenna e Comacchio

isola di Ponza

Isola di Ponza: magnifica da scoprire in bici e...

Comments (0) Da non perdere, Piemonte, Viaggi

I giardini botanici di Villa Taranto, bellezza ineguagliabile

Parchi & Giardini • A cura di Roberta Baron

Un luogo magico che vi accoglie in un tripudio di colori, sfumature e profumi. Conosciuti in tutto il mondo per la loro bellezza e ricchezza delle specie floreali che ospitano, è una visita imperdibile per chi si reca al Lago Maggiore.

Terrazzi

Terrazzi

“Un bel giardino non ha bisogno di essere grande, ma deve essere la realizzazione del vostro sogno anche se è largo un paio di metri quadrati e si trova su un balcone”. Capitano Neil Mc Eacharn.

Il giardino di Villa Taranto a Verbania Pallanza (VB) è il risultato della laboriosa elaborazione intrapresa dal Capitano Mc Eacharn nel 1931, a cui dobbiamo la nascita di questi meravigliosi giardini che ospitano piante uniche in Europa, acclimatate dopo un lungo lavoro e disposte con senso d’arte in una cornice di bellezza, fra lago e monti, quale quella del Lago Maggiore. Migliaia di piante, importate da ogni parte del mondo, costituiscono collezioni rarissime. Tra le opere più significative la “Valletta”, realizzata dopo importanti lavori di scavo. L’impianto d’irrigazione, la cui acqua viene pompata direttamente dal lago in un capace serbatoio e quindi irradiata in ogni angolo della proprietà; i “Giardini terrazzati”, con le loro cascatelle, piscina, vasche per ninfee e fior di loto.

Il patrimonio botanico dei Giardini di Villa Taranto è vastissimo: comprende circa mille piante non autoctone e circa 20mila varietà e specie di particolare valenza botanica. La Villa non è visitabile, in quanto è adibita a sede della Prefettura della nuova Provincia del Verbano – Cusio – Ossola. Dal 1952, da Aprile ad Ottobre, i Giardini sono aperti al pubblico e registrano un afflusso di visitatori che supera le 160mila unità all’anno. Visitando i Giardini, ognuno ritroverà intimi scenari e figurazioni di fantasia celate in trasparenze d’acqua, o nelle distese dei misteriosi fiori, sacri alla mitologia egizia. Dalla romantica Valletta alla distesa delle Eriche, dalle serre con la “Victoria cruziana” ai viali di Azalee, Aceri, Rododendri e Camelie, dai labirinti delle Dalie, con 350 varietà, ai mille colori delle fioriture autunnali, sullo sfondo dei Giardini all’Italiana, o nel dorato velario autunnale, Villa Taranto regala altrettante indimenticabili immagini della sua sempre rinnovata bellezza.

Erbario: palazzina situata all’ingresso dei giardini, visitabile gratuitamente durante la stagione tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00. Comprende 43 teche con specie di flora spontanea del Regno Unito.
Viale d’ingresso: denominato “Viale delle Conifere”, è una lunga striscia d’erba rasatissima che si interpone tra il viale e la vegetazione e fa da cornice alle bordure.
Fontana dei putti: così chiamata per le sculture che l’adornano è contornata da fiori e dalle gigantesche foglie della Colocasia antiquorum o “orecchia d’elefante”.
Labiritno delle Dahlie: lungo viale serpeggiante nel quale, da giugno ad ottobre, si possono ammirare oltre 350 varietà di dalie.
Serre (Victoria cruziana) e Giardino verticale: qui tra piante tropicali e subtropicali è coltivata in serra la regina delle piante acquatiche, l’enorme ninfea equatoriale, i cui semi arrivarono a Villa Taranto nel 1956 direttamente dall’orto botanico di Stoccolma. E’ visitabile dal 15 giugno ad ottobre inoltrato.
Mausoleo: costruito nel 1965 su disegno del professor Renato Bonazzi per esaudire un desiderio del defunto che aveva chiesto di riposare nel giardino che fu la sua “ragion di vita”.
Valletta: scavo artificiale, è sovrastata da un ponticello ad arcata unica. Comprende la Davidia involucrata, pittorescamente detta “l’Albero dei fazzoletti”.
Villa: acquistata nel 1931, lo stile è ispirato ad architetture della Normandia. Il soffice prato all’inglese antistante è rallegrato da una zampillante fontana. La villa non è visitabile e dal 1996 è sede della Prefettura del Verbano – Cusio – Ossola.
Giardini terrazzati: cascatelle e giochi d’acqua si alternano ad aiuole di piante annuali creando un incantevole avvicendamento di forme e di colori. Qui si innalza la statua bronzea del Pescatore, opera del napoletano Vincenzo Gemito.
Fior di loto: un sinuoso bacino ospita il Nelumbium, il fior di loto, dai carnosi e profumati petali di color rosa sfumato.
Cornus Florida Rubra e Davidia Involucrata: In aprile e maggio, queste piante offrono uno spettacolo probabilmente unico al mondo con i loro rami letteralmente coperti da miriadi di fiori.

GLI EVENTI
Segnaliamo gli eventi dell’estate e autunno 2017

Settimane del FAI: Dal 16 al 23 luglio 2017 – Mostra delle Dahlie
Dal 17 al 24 settembre 2017 – Autunno alle porte
Dal 22 al 28 ottobre 2017 – Fall Foliage

Mostra delle Dalie dal 20 luglio 2017

Dalla fine di luglio sino fine ottobre, il “Labirinto delle Dahlie” incanta i visitatori con lo spettacolo di oltre 1.700 piante fiorite suddivise in oltre 350 varietà, in un tripudio di colori, grandezze e forme, che non hanno paragoni con nessun’altra essenza floreale.

Villa Taranto Brunch: nelle giornate di domenica 23 luglio, domenica 20 agosto e domenica 3 settembre il giardino diventerà la location ideale per gli appassionati di fiori e golosità culinarie, che saranno proposte dallo chef del nuovo ristorante situato all’interno dei Giardini. Visite guidate e brunch con prenotazione obbligatoria.

INFO POINT


L’ingresso:
attorno al parcheggio gratuito di fornte ai Giardini, sono disposti la biglietteria, il chiosco cartoline e il chiosco per la vendita di piante coltivate nei giardini.
Per mangiare: ristorante/Pizzeria situato all’ingresso del parco, di fianco alla biglietteria. La colazione al sacco è permessa solo nelle aree antistanti l’ingresso del Giardino.
Orari: Tutti i giorni, festivi inclusi, con orario continuato:
Marzo: 8:30 – 17.30 (chiusura biglietteria)
Aprile – Settembre: 8:30 – 18:30 (chiusura biglietteria)
1°Ottobre – 15 Ottobre: 9:00 – 16:30 (chiusura biglietteria)
16 Ottobre – 1° Novembre: 9:00 – 16:00 (chiusura biglietteria)
La visita: durata della visita da un’ora ad un’ora e mezza.
Prezzi: adulti euro 10,00; ragazzi 6-14 anni euro 5,50; bambini 0-6 anni gratuito; disabili 100% e accompagnatore gratuito.
Cani & Animali: è consentito l’ingresso con i cani solo se muniti di guinzaglio e solo nei viali pedonali.
Sosta camper: sosta gratuita per camper nel parcheggio al lato sinistro della Villa in Corso Europa. Dista dalla Villa 150 metri. Il parcheggio fronte giardini è riservato ad auto e bus.

ALTRE ESCURSIONI IN ZONA
– Pallanza: la Chiesa Madonna di Campagna del ‘500 e il Museo del Paesaggio (+39 0323 502418 – www.museodelpaesaggio.it). Fondato nel 1909 da Antonio Massara.
-Stresa: le famose e bellissime Isole Borromeo.
-Lago d’Aorta: l’antico borgo e l’Isola di S. Giulio.
-Arona: Colosso di San Carlo Borromeo.


Giardini Botanici Villa Taranto
Via Vittorio Veneto, 111 – Verbania Pallanza (VB)
Tel. 0323 556667 – 0323 404555
www.villataranto.it

 

 

Comments are closed.