ValTartano Ponte sul Cielo

5 buoni motivi per visitare la Valtellina nel 2019

Comments (0) News Turismo, Trentino Alto Adige

Le novità dei piccoli comprensori sciistici dell’Alto Adige

Il territorio inaugura la stagione invernale con una grande varietà di piste, cabinovie e attività. Per tutte le esigenze.

Rio Pusteria_by Alex Filz

L’inverno non è mai lungo abbastanza in Alto Adige. La meta più ambita dagli amanti degli sport sulla neve si rinnova ogni anno, grazie a proposte che valorizzano anche i comprensori sciistici più piccoli, confermandoli i luoghi ideali del divertimento in sicurezza e nel comfort più totale. Da ovest verso est, da nord verso sud, l’Alto Adige mostra un’offerta in grado di accontentare le esigenze di tutti, di sciatori esperti e audaci, di principianti o famiglie con bambini.

Un primo esempio di grande novità sono i comprensori uniti di Belpiano e San Valentino alla Muta. Ci troviamo in Val Venosta, la zona più a ovest del territorio che si spinge fino al confine con la Svizzera. Grazie al collegamento tra i due comprensori sciistici sono nate due nuove piste e due nuovi impianti. Adesso, Belpiano-Malga San Valentino offre 65 chilometri di piste con difficoltà di ogni tipo. La nuova pista Nuovi Orizzonti collega Belpiano e San Valentino alla Muta, mentre la Höllental regala una vista fantastica sul Lago di Resia e il campanile sommerso di Curon. Il centro sciistico rimane aperto fino al 27 aprile 2019 e vi si può accedere anche con lo skipass “Skiarena Due Paesi”. Spostandosi verso Merano, Merano 2000, il comprensorio sciistico sopra la cittadina, riceve una nuova seggiovia: si chiama Wallpach, è a sei posti e si muove con una velocità di cinque metri al secondo e una capacità di 2.200 persone all’ora.

IDM Alto Adige Alfred Plangger Belpiano-Malga San Valentino

IDM Alto Adige Alfred Plangger Belpiano-Malga San Valentino

Nei pressi della città alpina di Vipiteno, uno dei borghi più belli d’Italia, si trovano tre aree sciistiche a misura di famiglia e accessibili con un unico skipass: Monte Cavallo, Racines-Giovo e Ladurns. Anche in queste zone le novità non mancano: il comprensorio sciistico di Monte Cavallo, per esempio, presenta la nuova seggiovia Telemix e una nuova pista da sci che porta dalla stazione a monte dell’area sciistica fino a Vipiteno. Invece, per chi vuole sperimentare un’esperienza di sci-wellness e rilassarsi dopo una giornata sugi sci, può farlo con esercizi di yoga, QiYoga e meditazione sulla pista presso i tre comprensori.

L’area sciistica Rio Pusteria fa parte del Dolomiti Superski e inaugura sul monte Gitschberg una nuova pista da sci e la nuova cabinovia Ski Express a 10 posti. Con una velocità di 6m/h e una capacità di 2800 persone all’ora, porta gli sciatori alla stazione in cima (2.216m) in 5:51 minuti. Un’altra novità della prossima stagione sciistica è la nuova pista Gimmy Fun Ride sul Jochtal: più di 1,5 km di curve, ostacoli e altro ancora per un’entusiasmante avventura sulla neve adatta a tutta la famiglia. Qui e su altre piste del comprensorio sarà facile avvistare un elegante personaggio: il Cavaliere. Attrezzato di fiammanti sci e vestito di tutto punto, questo abile sciatore con il cilindro in testa è a disposizione degli ospiti dell’area, pronto a dare indicazioni su rifugi nelle vicinanze e panorami suggestivi.

La Valle Isarco attende escursionisti invernali e sciatori anche con eventi dedicati alle specialità enogastronomiche. Per tutto il mese di marzo infatti la zona di Villandro, Bressanone-Plose, Val di Funes e Rio Pusteria sarà interessata dal nuovo programma per buongustai e palati raffinati: le Settimane del piacere alpino Snow&Wine prevedono escursioni all’insegna di degustazioni di vino con i viticoltori della Valle Isarco (otto in totale, quattro a piedi, due con lo slittino e due con gli sci) e settimane gastronomiche nelle malghe. Qui vengono serviti i migliori vini della zona accompagnati da prelibatezze gastronomiche speciali da gustare sotto il cielo invernale dell’Alto Adige, immersi in un ambiente straordinario completamente vestito di bianco.

Infine, gli appassionati di ciaspolate, sci di fondo, sci d’alpinismo o slittino saranno ben felici di essere ospitati sull’Alpe di Villandro, uno dei più grandi alpeggi d’Europa e tra le più note aree escursionistiche di tutto l’Alto Adige. Qui il 2019 inizia con un’avventura speciale chiamata Biwak Camp Alto Adige: fino al 27 gennaio sono in programma una serie di eventi quali ciaspolate guidate, appuntamenti didattici e sociali e persino un pernottamento in tende da bivacco. Il campo è gestito 24 ore su 24 da guide sciistiche e alpine addestrate e certificate. In caso di condizioni climatiche incerte, è possibile pernottare presso il rifugio Stöfflhütte.

  • Biwak Camp Alpe di Villandro by Matthias Hofer
    Biwak Camp Alpe di Villandro by Matthias Hofer
  • Cavaliere Rio Pusteria by Manuel Kottersteger
    Cavaliere Rio Pusteria by Manuel Kottersteger
  • Ski Wellness Vipiteno-Racines by Manuel Kottersteger
    Ski Wellness Vipiteno-Racines by Manuel Kottersteger

Lascia un commento