Tenerife Digital Nomad Fest

Tenerife Digital Nomad Fest, parte per la sua prima edizione da Puerto de la Cruz, a Tenerife, dal 2 al 5 giugno. Protagonisti del Tednomad il nomadismo digitale e il modo in cui la tecnologia condiziona le nostre vite, con analisi e riflessioni dedicati a un futuro sempre più vicino; si stima infatti che, nel 2025, il 75% della forza lavoro sarà nomade. Il festival si svolge al Lago Martiánez, spettacolare complesso di piscine all’aperto progettato da César Manrique a Puerto de la Cruz di Tenerife, una delle 10 destinazioni più richieste dai lavoratori da remoto e con una delle comunità di nomadi digitali più grande ed eclettica del mondo, oltre a essere stata la prima isola spagnola che si è distinta come “Destinazione turistica intelligente”. 

La scelta di questa prima sede non è casuale: Tenerife è una destinazione all’avanguardia e punto di riferimento per lo smart working grazie ai suoi punti di forza: clima e connettività ottimi, natura, accoglienza, sicurezza, basso costo della vita, vantaggi fiscali e infrastrutture adeguate. A questo proposito la piattaforma Why Tenerife ha creato un marchio dedicato per attrarre i “nomadi digitali”: Work&Play Tenerife, che nell’isola troveranno anche una trentina di strutture di coworking e due di ‘coliving’, alloggi che permettono anche il telelavoro. 

Durante il Tenerife Digital Nomad Fest si dibatterà sul domani degli impieghi, sulle nuove applicazioni degli NFT, sull’ambiente dei computer, sulle relazioni personali nel mondo digitale e sulla cybersicurezza. Verranno analizzati fenomeni come le Grandi Dimissioni, tendenza economica anglosassone in cui i dipendenti si dimettono in massa, e le forme di lavoro che si fanno sempre più flessibili e non in presenza. Digital Nomad Fest funzionerà come laboratorio sugli aspetti dello smart working: dalla sfida burocratica a come affrontare le relazioni personali in un contesto nomade; dalle nuove forme di lavoro al disegno degli spazi, dagli stili di vita all’etica tecnologica.

Al festival c’è spazio anche per la musica: nella sezione Off parteciperà la band nordamericana di Helado Negro, cittadino statunitense figlio di immigrati ecuadoriani, laureato in computer art e animazione, che presenterà il suo settimo album “Far In”, una riflessione sul cambio climatico, la famiglia, la natura e l’amore, disegnato con il suo caratteristico folk onirico. E’ previsto anche un concerto di musica elettronica del gruppo Los Pilotos, a cui si unirà, tra gli altri, il compositore Ángel Stanich. Il festival è sponsorizzato dal Turismo di Tenerife, dal Governo delle Canarie e dal Comune di Puerto de la Cruz; l’entrata è libera.


Per informazionihttps://tenerifedigitalnomad.org/

Risposta:

Per favore scrivi il tuo commento qui
Per favore digita il tuo nome qui