California 6.1 | L’intramontabile classico

Elegante e sportivo, il California si conferma un prodotto senza tempo. L’ultima generazione si rifà il look e porta in dote importanti novità tecnologiche e di sicurezza.

Più tecnologico, più sicuro, più connesso, più comodo.

Se dovessimo riassumere con 4 aggettivi i miglioramenti apportati al rinnovato California potremmo partire da qui. Alla presentazione stampa avvenuta in Canada nella regione della Nuova Scozia, giornalisti di tutto il mondo hanno potuto toccare con mano e provare le caratteristiche del nuovo California 6.1 che si distingue esteticamente per una sezione frontale rinnovata, mentre rimangono sostanzialmente invariate nella filosofia di base le declinazioni proposte sul mercato: Ocean, Coast e Beach, seppur con alcune varianti rilevanti per quest’ultimo.

Dal punto di vista estetico Colpisce il nuovo frontale per tutte le versioni, anche se con alcune differenze. Più rifinito come sempre l’allestimento Ocean che si distingue anche per la presenza di 4 strisce cromate e luci full led di serie. Digitale e sempre connesso Le novità più accattivanti riguardano gli aggiornamenti di tipo tecnologico: l’unità di controllo è completamente rinnovata e dotata di uno schermo touchscreen. Quest’ultimo trova collocazione nella parte alta della cabina di guida. Grazie all’unità è possibile controllare tutte le funzioni “camper” del California.

Dal menù è ora possibile, oltre al controllo dello stato della batteria (già possibile sulla precedente versione), controllare se il camper è posizionato in pari (due immagini mostrano angolo longitudinale e trasversale di parcheggio), l’attivazione del clima posteriore e una pratica funzione sveglia combinata con le luci di bordo (funzione ‘sunrise’).

È possibile inoltre alzare e abbassare il soffietto elettrico del tetto oltre che controllare il riscaldamento ausiliario dell’abitacolo. Questa è una novità assoluta per la versione Beach, finora mai dotata di una unità di controllo. Completamente ridisegnata la strumentazione della cabina che diviene completamente digitale.

A richiesta è configurabile per la prima volta anche il virtual digital cockpit di casa Volkswagen che entra così a far parte anche della famiglia T. Il sistema virtual digital cockpit non ha solo un design avanzato e accattivante, bensì integrato alle numerose funzioni web based garantite dalla connessione online, rappresenta un’architettura digitale che lancia il nuovo California 6.1 verso nuove frontiere di sicurezza attiva e passiva.

Il sistema di infotainment di serie “Composition Color” ha un display da 6,5 pollici con presa usb e integrazione completa con lo smartphone. Grazie ad una connessione online realizzata da una unità OCU dotata di eSIM i sistemi di bordo dialogano costantemente, permettendo accesso a a tutti i servizi online della piattaforma ‘We Connect ‘ e ‘We Connect Plus’ della famiglia Volkswagen.

Si possono scegliere altre due configurazioni di sistemi infotainment, l’intermedio “Discover Media” con schermo da 8 pollici, sensori di prossimità e navigatore oltre ad uno storage di 32 gb per archiviazione dati e la versione top “Discover Pro” con un display da 9,2 pollici arricchito da funzioni extra, Radio DAB+ e 64 gb di storage dati. Più sicuro Il feeling e il confort di guida cambiano in funzione del passaggio da un sistema di sterzo idraulico ad elettromeccanico. Una novità, quest’ultima, grazie alla quale la sicurezza migliora sensibilmente.

I sistemi di controllo attivo sono di alto livello: Line Assist, Park Assist, Side Assist, Trailer Assist e Cross Wind Assist. Ponendo questo van al pari delle berline di ultima generazione per quanto riguarda l’elettronica di bordo applicata alla sicurezza. Beach e Beach Tour Per la prima volta la versione Beach viene fornita di cucina.

E’ pertanto possibile l’omologazione come veicolo ricreazionale con tutti i vantaggi del caso. La versione senza cucina è stata differenziata in allestimento denominato Tour e diviene il primo modello di California dotato all’occorrenza di due porte laterali scorrevoli (finora disponibili solo su Multivan).

Entrambe le configurazioni del Beach sono dotate di unità di controllo delle funzioni camper di serie, inoltre a richiesta, si può richiedere il tetto sollevabile in modalità elettro-idraulica.

Confermata la possibilità, per l’allestimento Beach, di ordinarlo con una panca a tre posti in terza fila e due sedute singole in seconda fila. Queste ultime possono poi essere rimosse in caso di utilizzo della cucina di bordo. Il Beach può diventare così, nell’uso quotidiano un comodo monovolume 7 posti. Resta inteso che l’omologazione camper del Beach è possibile per un massimo di 5 posti marcia.

La novità è che chi vuole usare il Beach sfruttando i 6/7 posti viaggio omologati può farlo per la prima volta anche con l’opzione di una cucina di bordo: basta ordinare una versione Tour senza porta scorrevole sinistra e mini-cucina a scomparsa. Il nuovo blocco cucina si compone di un pannello laterale posizionato tra montante B e C che, quando non in uso, scompare. Una volta estratta la cucina questa è composta da una unità in acciaio inossidabile con piano di cottura sulla sinistra e piano di lavoro a destra.

Non è presente il lavello. La piastra di copertura del fuoco funziona da paraschizzi. Sotto la piastra cucina e il piano di lavoro è presente un ampio porta-oggetti aperto e un vano chiuso che può ospitare una bombola del gas da 1,8 kg Ocean e Coast Per gli allestimenti più ricchi di dotazioni Coast e Ocean sono adesso migliorate le finiture interne.

Gli armadi posteriori e i mobili cucina sono in alluminio leggero, sempre completa la dotazione con lavello, cucina a due fuochi e frigo a compressore a pozzetto da 42 lt. Il design è compatto e chiaro come su un piccolo yacht. Aggiunti alcuni utili dettagli come la doppia presa USB in zona cucina.

Le maniglie in alluminio sono nuove e anche i ripiani frigo, cottura e lavello sono dotati di un pulsante di apertura. Possono essere scelte due finiture: una in rovere chiaro e una in grigio grafite, entrambe abbinabili a una tappezzeria adesso più scura. Si dorme meglio Tutti e tre gli allestimenti sono caratterizzati dal tetto a soffietto, nel caso dell’allestimento Ocean il tetto di serie si apre grazie ad un motore elettro-idraulico azionato dall’unità touchscreen.

E’ dotato di una apertura frontale che consente di dormire sotto le stelle, non solo in senso metaforico.

Qualora si desideri maggior comfort, al riparo dai raggi solari, la protezione è ora garantita da una tela in colorazione basalt gray più scura ai lati. Le tende del soffietto possono essere richieste anche in colorazioni speciali (glacier blue e strawberry red). Il letto nel tetto è ora dotato, su tutti gli allestimenti, di una più confortevole base a molle anziché una rete a doghe.

Lo spazio notte al piano di sotto è formato da una panca posizionata all’altezza della terza fila di sedili completa di prolunga e materasso. Una volta in posizione notte si forma un grande letto grazie allo schienale che si abbatte, andando così a sfruttare la parte posteriore. Nelle versioni Ocean e Coast lo schienale della panca, grazie alle possibilità di regolazione della base del letto, può formare un comodo ‘sofà’ nella zona giorno.

Nuovi i motori

I nuovi motori sono tutti 2.0 litri, turbodiesel quattro cilindri, proposti con tre diverse potenze: 110, 150 e 199 cavalli. Il cambio 7 velocità DSG (di serie su 199 cv, optional su 150 cv) con doppia frizione, sempre disponibile anche la trazione integrale 4motion.

Tutte le versioni sono adesso aggiornate alla classe di emissione Euro 6D. La trazione integrale 4Motion promette forza di trazione elevata praticamente su ogni terreno, mentre il cambio a doppia frizione DSG, con il suo passaggio fluido da un rapporto all’altro, aumenta sensibilmente il comfort di marcia.

Risposta:

Per favore scrivi il tuo commento qui
Per favore digita il tuo nome qui