RHAETISCHE BAHN: Berninalinie

Sul trenino rosso del Bernina: viaggio tra i ghiacciai

Kornati

Austria, Slovenia e Croazia: la nostra prima...

Comments (0) Arte Cultura e Storia, Da non perdere, Dove Andare, Dove con i bambini, Italia, Toscana, Viaggi

Il Labirinto di Porsenna: alla scoperta dei sotterranei di Chiusi

Il Labirinto di Porsenna

Il “Labirinto di Porsenna” è un percorso sotterraneo che ha il suo ingresso presso il Museo della Cattedrale, in piazza Duomo e corre sotto l’antico abitato di Chiusi.

A Chiusi, in provincia di Siena, c’è un vero e proprio sistema di cunicoli scavati nella pietra arenaria che ai tempi degli Etruschi fungeva da impianto idrico. Il nome del labirinto deriva dal re etrusco Porsenna. Infatti, quando negli anni ’20 gli archeologici scoprirono le prime gallerie pensarono di aver trovato il mausoleo del sovrano, che secondo gli storici latini era protetto da un labirinto. Ma, come detto, più probabilmente si tratta di un sistema di approvvigionamento idrico scavato dagli etruschi. È visitabile solo una parte di questa estesa opera di ingegneria: un percorso sotterraneo di circa 130 metri situato a lato della cinta muraria, ad una profondità massima di 25 metri, composto da una fitta rete di passaggi larghi in media un metro ed alti da due a cinque metri, talvolta rinforzati da blocchi di pietra. Lungo il percorso si incontrano cisterne e piccoli bacini per raccogliere l’acqua.

Cisterna romana Labirinto di Porsenna

Cisterna romana Labirinto di Porsenna

Un cunicolo si dirama fino alla cisterna etrusco-romana, una grande vasca circolare con volte a botte costruita nel I secolo a.C., probabilmente una riserva d’acqua di una corporazione di “pompieri” del posto. La visita termina alla torre campanaria, dalla cui sommità, a 27 metri d’altezza, si gode di un bel panorama. Nel corso degli anni sono stati rinvenuti vari reperti come un tratto della cinta muraria ellenistica, romana e medievale e, sotto l’abside del duomo, le rovine di una lussuosa villa di epoca imperiale. Lungo tutto il percorso è facile scorgere iscrizioni e urne in alabastro, marmo o travertino del IV-III secolo a.C.

Per completare la visita al Labirinto suggeriamo una tappa al Museo Civico “La Città Sotterranea”. Il Museo, che in parte si sviluppa all’interno della rete di cunicoli e sotterranei, permette di conoscere la complessa realtà archeologica, storica e geografica della città di Chiusi per finire al famoso “laghetto” sotterraneo.

 

Sosta Camper

Piccola area attrezzata (2 posti) in via Torri del Fornello, nella piazzetta adiacente le scuole medie. PS dei Forti e PS di Porta Lavinia, entrambi situati vicino al Labirinto di Porsenna.

Per maggiori informazioni: www.prolocochiusi.it

LEGGI ANCHE Toscana classica: il tour perfetto per chi ha pochi giorni

Piazza del Duomo Chiusi

Piazza del Duomo Chiusi

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *