Autoroen Braies Comfort a breve anche su Ford

Autoroen Braies Comfort 2024

Autoroen.it di Giuliano Pezzini è l’azienda trentina concessionaria di importanti brand (Westfalia, Robeta, Vantourer, La Strada) e allestitore di van progettati nell’ottica di essere #campertuttigiorni, mezzi polifunzionali che vengono incontro alle molteplici esigenze del viaggiatore moderno. Tra le proposte, oltre a Vajolet, Vajolet Pro, Tuckett e Braies Sport, c’è Braies Comfort, modello particolarmente confortevole visto che non rinuncia alla zona wc e doccia. Un dettaglio che molto spesso fa la differenza per gli utenti. Autoroen Braies Comfort 2024. La novità del 2024 è la possibilità di avere questo mezzo in tre versioni. Alla classica su base Volkswagen T6 (della lunghezza di 4.90) si affianca la novità su Renault Trafic, che dispone di qualche centimetro in più (5.08 metri), e a breve sarà disponibile anche su Ford Transit 4×4, ideale per chi vive o viaggia in zone di montagna.

Autoroen Braies su Volkswagen

 

Cambiano le versioni ma non le dotazioni che prevedono, innanzitutto la zona toilette realizzata in coda al mezzo: wc in stile caravanistico oppure nella tecnologica versione a secco, piatto doccia, uno scambiatore di calore per ottenere acqua calda green e gratuita, riscaldamento diesel Eberspächer.

La cucina a due fuochi può essere a gas oppure con piastra a induzione e il frigo a compressore da 50 litri ha la ghiacciaia. Le soluzioni per dormire sono duplici per la coppia, eventualmente adatte fino a 4 persone: un letto inferiore di 190 cm che si ottiene senza dover girare i sedili di cabina, e un letto (130 x 190 cm) sul tetto a soffietto Reimo con chiusura manuale. Molto piacevole e utile lo spazio interno vivibile anche senza dover alzare il soffietto.

Autoroen Braies su Renault

 

Per rimanere sempre aggiornati sulle iniziative e i prodotti di Autoroen.it seguite il sito e canali social.

W: autoroen.it

YouTube: Autoroen.it di Giuliano Pezzini

Facebook: Autoroen.it di Giuliano Pezzini

Instagram: Autoroen.it di Giuliano Pezzini

Articolo precedente
Articolo successivo

Articoli Correlati