Harald Striewski, fondatore di Hobby

Premiato il fondatore di Hobby

L’inverter secondo noi

Comments (0) Camper & Caravan, Mercato, Renault

Nuovo Master: l’evoluzione della specie

Renault si prepara a lanciare Nuovo Master, una nuova fase del grande furgone prodotto a Batilly che, oltre alla calandra ridisegnata, propone nuove motorizzazioni e tecnologie inedite. La principale evoluzione di Master è rappresentata dalla nuova gamma di motorizzazioni 2.3 dCi, da 110 cv a 165 cv (da 100 cv a 150 cv in precedenza). Nuovo Master adotta equipaggiamenti di comfort e di sicurezza: di serie l’ESP di ultima generazione, con controllo adattativo del carico, assistenza alle partenze in salita ed Extended Grip, che consente di recuperare aderenza su fondo scivoloso con neve, fango o sabbia. È proposto anche un sistema antislittamento del rimorchio – associato all’opzione gancio di traino – che alternativamente frena e limita la coppia del motore per decelerare il veicolo trainante fino ad annullare l’oscillazione. L’attivazione del pulsante “ecomode” consente di ridurre ulteriormente il livello di consumi fino al 10% grazie all’intervento sulla coppia motrice, il climatizzatore e il riscaldamento. Sulle versioni Twin Turbo, Nuovo Master dispone di un servosterzo equipaggiato con un gruppo elettropompa che migliora la manovrabilità del veicolo riducendo gli sforzi sullo sterzo a bassa velocità, e consente inoltre di diminuire il consumo di 0,1 l/100 km. Altra novità lo Specchietto Wide View: integrato nell’aletta parasole lato passeggero, consente al conducente di individuare più facilmente la presenza di un veicolo nella zona dell’angolo morto, a vantaggio di una maggiore sicurezza. Tra le varie versioni oggi disponibili se ne aggiunge una inedita, furgonata, a trazione posteriore a ruote singole a passo lungo: vedremo se questa nuova soluzione risulterà interessante per le trasformazioni in van. Nuovo Master sfoggia una nuova calandra che adotta l’identità della marca Renault. Nuovo Master sarà disponibile nella rete italiana dopo l’estate 2014.

giugno 2014

Comments are closed.