Il partner di Carthago Tadej Pogačar ha vinto il Giro di Slovenia

Il partner di Carthago Tadej Pogačar ha vinto il Giro di Slovenia. Un campione indiscusso: Tadej Pogačar ha portato a casa la seconda vittoria consecutiva in casa al Giro di Slovenia, che è stata anche la prova generale perfetta per affrontare il Tour de France. Sempre dietro lungo il percorso del campione mondiale di ciclismo un compagno affidabile: il Carthago c-compactline.

  • Favorito per la terza vittoria di seguito al Tour de France

Ha vinto due tappe su cinque, per concludere al primo posto con dodici secondi di vantaggio da un suo compagno di squadra. Poco prima della nuova edizione del Tour de France il campione di ciclismo sloveno Tadej Pogačar si è fatto notare per la perfetta forma nel Giro di Slovenia. In primavera aveva ottenuto primi posti già nel tour degli Emirati Arabi Uniti e nel classico primaverile Strade Bianche e Tirreno – Adriatico in Italia.

Ora dal 1° luglio sarà impegnato nel Tour de France. Il 23enne sloveno ha già vinto la gara francese per due edizioni consecutive fino all’anno scorso e punta alla tripletta. Tadej Pogačar – il ciclista attualmente forse di maggiore successo al mondo parte da favorito. Nessuno stupore per l’attacco finale nel Giro di Slovenia: ha vinto con uno sprint in montagna dopo un attaccato in salita con pendenza del dieci percento.

Sandra Županec, amministratrice della Carthago d.o.o. in Slovenia: “Tutto il team Carthago sostiene con entusiasmo Tadej Pogačar e seguirà il Tour de France 2022 con il fiato sospeso”. Il campione sloveno è accompagnato nelle sue gare da un Carthago c-compactline dallo speciale allestimento – ideale per le pause lontano dallo stress delle gare o come supporto nelle fase di training. Maneggevolezza, letti, un arredamento accogliente nella zona giorno, i generosi vani di stivaggio: il camper integrale dalla linea slanciata è l’ideale per le esigenze del campione di ciclismo.

Lo stretto legame tra Carthago e Tadej Pogačar si è già visto in primavera in occasione della consegna del suo nuovo camper: insieme a 200 impiegati dello stabilimento di Odranci, il campione mondiale di ciclismo ha pedalato per 35 km verso il futuro secondo stabilimento sloveno di Ormož.

Articolo precedenteL’estate di Larcos
Articolo successivoUn alleato per la batteria servizi

Articoli Correlati