Lunedì 26 apertura straordinaria di Palazzo Fava con Sfregi di Nicola Samorì

0
Lunedì 26 apertura straordinaria di Palazzo Fava con Sfregi di Nicola Samorì
Bologna, 31/03/2021. Palazzo Fava. Mostra SFREGI di Nicola Samorì. Foto Paolo Righi

Con la zona gialla riaprono i Musei di Genus Bononiae

Tra le sedi del circuito museale Genus Bononiae, nel cuore di Bologna, la prima a riaprire le porte sarà Palazzo Fava con Sfregi, la prima antologica in Italia di Nicola Samorì (Forlì, 1977). La mostra – circa 80 lavori che spaziano dalla scultura alla pittura, dagli esordi fino alle realizzazioni più recenti – offre una completa lettura del percorso che l’artista, ben accreditato nel panorama internazionale, ha intrapreso negli ultimi vent’anni e illumina le opere più rappresentative della sua produzione, grazie a un progetto espositivo che Samorì ha studiato in esclusiva per le sale del Palazzo delle Esposizioni di Bologna, affrescate dai Carracci.

Sfregi, mostra curata da Alberto Zanchetta e Chiara Stefani, immerge lo spettatore in un affascinante percorso nel quale le opere di Samorì, formatosi all’Accademia di Bologna e diventato uno degli artisti più originali e apprezzati della sua generazione, innescano una stretta e intensa relazione di rimandi, suggestioni e analogie con i preziosi fregi che decorano le pareti del Piano Nobile e con alcune opere individuate all’interno delle Collezioni d’Arte della Fondazione Carisbo.

Per favorire le visite in mostra – nel rispetto di tutti i protocolli sanitari – Palazzo Fava proporrà anche un orario di visita serale: tutti i giovedì, infatti, il museo aprirà dalle ore 12.00 alle 21.00, mentre resta inviato l’orario 10.00-19.00 nelle altre giornate. Nelle giornate di sabato e domenica è obbligatoria la prenotazione, da effettuarsi entro il venerdì, acquistando il biglietto su www.genusbononiae.it, chiamando lo 051 19936343 o scrivendo a esposizioni@genusbononiae.it.

Riapre, da martedì 27 anche la mostra “Criminis Imago. Immagini della criminalità a Bologna” all’Oratorio di Santa Maria della Vita, con 100 fotografie in bianco e nero dei fotoreporter Walter Breveglieri e Paolo Ferrari – che hanno documentato mezzo secolo di crimine a Bologna e in Emilia-Romagna. Un lavoro di documentazione puntuale, che si sposta dai luoghi del delitto alle aule dei tribunali e che ci restituisce le storie della Banda Casaroli, del delitto Nigrisoli, della strage alla stazione di Bologna, dei ‘delitti del Dams’ fino ai fatti della banda della Uno Bianca. L’Archivio Ferrari, acquisito da Genus nel 2015, incontra in occasione di questa mostra gli scatti di Breveglieri delle Edizioni Minerva, per restituire al visitatore la storia per immagini della seconda metà del 900’ nella città di Bologna, che diventa parte della storia della Nazione. Fino al 27 giugno – dal martedì alla domenica, orario 10.00-19.00.

Porte aperte da martedì 27 anche a Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (dal martedì alla domenica, ore 10.00-19.00), San Colombano, con la sua preziosa collezione di strumenti musicali antichi (dal martedì alla domenica, ore 11.00-13.00 e 15.00-19.00) mentre restano confermati gli orari della Biblioteca di San Giorgio in Poggiale (lunedì, mercoledì, venerdì: 9.00-13.00; martedì e giovedì: 9.00-17.00).

INFO
Titolo mostra: Sfregi
Artista: Nicola Samorì
Curatori: Alberto Zanchetta, Chiara Stefani
Durata: fino al 25 luglio 2021
Spazio espositivo: Palazzo Fava, via Manzoni 2, Bologna
Promotore: Genus Bononiae. Musei nella Città
Catalogo: Electa
Progetto grafico: Leonardo Sonnoli
Sponsor: Biomax
L’artista ringrazia: Monitor, Roma / Lisbon / Pereto; Galerie EIGEN+ART, Berlin / Leipzig
Informazioni: www.genusbononiae.it | 051 19936343| esposizioni@genusbononiae.it

Dati Evento

Data di inizio
26/04/2021
Data di fine
26/04/2021